Mission

Spiegazione del LOGO

 Cerchio:
–      Seme che muore dà vita
–      Dall’Eucaristia nasca il “Piccolo Disegno”

Tre fiori:
–      SS. Trinità presente nell’Eucaristia
–      Tre forme di appartenenza alla Congregazione: consacrazione religiosa – laici del Piccolo Disegno – consacrazione laicale
–      Nostre presenze nel mondo: Italia – Argentina – Brasile

Scritta:
–      È una spirale, esprime dinamicità
–      La congregazione nasce dall’Eucaristia, nel silenzio, nel nascondimento ed è protesa verso il futuro mantenendo e arricchendo la propria storia

 

Chi siamo

Una Congregazione nata dal cuore di Jean Pierre Médaille che, contemplando con amore l’Eucaristia, mistero di Cristo che si offre e si dona, ‘vide’ un Piccolo Disegno:

“Dio mi ha fatto vedere un modello perfetto di questo Piccolo Disegno nella SS. Eucaristia[L.E. art. 5].

L’Istituto religioso-apostolico delle Suore di San Giuseppe, fondato a Puy en Velay, è una famiglia di Donne Consacrate e di Laici.

  

“Siano una cosa sola”

Il Piccolo Disegno si inserisce nel cuore della missione di Cristo, per la cui realizzazione Egli ha pregato: “Come Tu, Padre, sei in me e io in Te, siano tutti una cosa sola in noi, siano consumati nell’unità” [Gv 17, 22]. Così nella Chiesa, mistero di comunione, il nostro piccolo Istituto tende a procurare la duplice unione totale. La nostra comunione con il Padre e con i fratelli si realizza e si esprime nell’Eucaristia [Cfr Cost 2. 3]

 

In tutte le opere di misericordia

La nostra missione si estende a “tutte le opere di misericordia”  con l’unico intento di promuovere “la gloria del Padre e la salvezza e perfezione dei fratelli” [Cfr Cost 5].

 

Dove siamo

Oggi, in Italia, in Argentina e in Brasile, la nostra passione missionaria si esprime nella scelta ‘preferenziale’ dei poveri [Cfr Cost. 93].

Con fedeltà creativa al nostro carisma, la ‘mistica del servizio’ ci  invia al ‘caro prossimo’, ci sollecita ad aiutare e orientare i giovani nelle loro scelte di vita, a rispondere alle necessità più urgenti, come segni profetici di relazione con Dio, nella Chiesa, per l’umanità [Cfr Verbum Domini 104].

L’Istituto porta il nome di San Giuseppe, nostro modello di amore, preghiera e semplicità nel servizio.