Il salto della speranza

19 luglio 2017

C’è stato davvero un afflato di speranza, nella processione di apertura della celebrazione della Santa Messa per i voti perpetui di sr Patrizia: 40 suore e tantissime da Casa Madre, con le consorelle di Aosta, e dell’Istituto ed altre consorelle della Sacra Famiglia e del Cottolengo . Tante, anche se di età avanzata. Ed è ricchezza anche questa: stiamo riscoprendo una cura ed una tenerezza nuove, vere e sperimentate nella ferialità. Siamo ancora tante, non lo avremmo mai detto…

Tutte in un unico abbraccio attorno a suor Patrizia.

Il parroco, don Enrico Perucca, ha esortato lei (e non solo!) a continuare ad essere sorella e madre di ogni fratello. E l’ha ringraziata per la testimonianza della sua predilezioneper i più poveri, così contagiosa, convinta e piena di attenzione e tenerezza.

C’era tutta una comunità parrocchiale vicina, prima, durante e dopo la celebrazione: bambini, giovani, adulti, anziani a servizio per una festa di tutti, dal coro alla cucina, dall’accoglienza al servizio a tavola. Ognuno pieno della gioia sperimentata personalmente: non c’era nessun invitato, tutti padroni di casa, tutti della stessa unica famiglia.

Era vicinissima la numerosa famiglia della Sposa, dagli splendidi genitori (di recenti 50 anni di matrimonio), alla sorella, alla bellissima Irene, all’allegra e colorata comitiva palermitana…

E suor Patrizia al centro, con la sua gioia nel donarsi, la sua fiducia nella Provvidenza e la sua vicinanza così fantasiosa e coinvolta per gli ultimi. Ci rimotiva ancora, ci trascina e ci fa sentire sempre più famiglia; è tramite di quella comunione che Padre Mèdaille vuole all’origine e come pieno compimento del nostro carisma.

Grazie a tutti. All’intera comunità che ha festeggiato con noi, ai sacerdoti così vicini e coinvolti, ai parenti davvero stretti nel caloroso abbraccio, ad ogni sorella che si è unita anche nel pranzo comunitario nella frescura piacevole del bovindo della cascina di Vinovo… Abbiamo tutti sperimentato un pezzettino di cielo. Già qui. E ci dà forza e coraggio per continuare a camminare con più gioia e speranza.

Suor Marirosa

Correlati

Tags

Condividi